Da cuore a cuore



„Lasciate che i bambini vengano da me! Non glielo vietate! Perché il regno di Dio è per chi assomiglia a loro.“E presili in braccio li benediva ponendo le mani su di loro.
Marco 10:14+16

Cara mamma

Mi piace la storia biblica che racconta come Gesù benedice i bambini. I genitori portarono i loro figli a Gesù perché volevano fare loro del bene: Gesù doveva toccarli (porre le sue mani su di loro), pregare per loro e benedirli. È magnifico che anche noi possiamo portare in preghiera i nostri figli da Gesù e benedirli nel suo nome.

Benedire significa: regalo e incoraggiamento di Dio. Quando benediciamo i nostri figli vogliamo dire: Dio sia con voi, vi accompagni e vi protegga, si prenda cura di voi, vi regali forza fisica e psichica, gioia, pace, felicità e saggezza per far fronte alla vostra vita. Benedire significa: porre il nome di Dio sui nostri figli e metterli sotto la sua potestà.

È un privilegio poter dare ai nostri figli una così grande benedizione. Ti voglio incoraggiare a benedire i tuoi figli nel nome di Dio ogni giorno. Non dimenticare di porre sotto questa benedizione anche i loro amici e compagni di scuola. Molti di loro non hanno una madre che prega, ma hanno un urgente bisogno della benedizione divina.

Con il seguente versetto puoi benedire i tuoi figli:
„Il Signore ti benedica e ti protegga! Il Signore faccia risplendere il suo volto su di te e ti sia propizio! Il Signore rivolga verso di te il suo volto e ti dia la pace!” Numeri 6.24-26

Unite in Gesù

Cornelia Amstutz
Coordinatrice nazionale

Deutsch  Français

Pagina principale

Chi siamo?

Giubileo 2018

Da cuore a cuore

Gruppi

I quattro passi della preghiera

La preghiera
in armonia


Ore MIP preparate

Avvenimenti

Materiale

Contatti

Giornali

Impressum

Links


Parte protetta

Trovaci su

PHP 7.2.12

Spandete come acqua il vostro cuore davanti alla faccia del Signore!
Alzate le mani verso di lui per la vita dei vostri bambini.
Lamentazioni 2:19